Cilento biodiverso

Nel punto vendita della Cooperativa trovi i prodotti dei nostri Soci che tutelano la biodiversità cilentana, alcuni dei quali sono anche presidi slow food.

Fichi bianchi San Mauro Cilento

FICHI BIANCHI:

  • Mandorlati
  • Secchi al forno
  • Marmellata
Oliva Salella ammaccata

OLIVA SALELLA AMMACCATA

presidio slow food
Evento grano

GRANI ANTICHI:

  • Farina
  • Pane biscottato
  • Grano
api e miele

MIELE:

  • Miele di millefiori
  • Miele di sulla
Ceci di Cicerale Presidio Slow Food

CECI DI CICERALE

presidio slow food
Fagioli di Controne Presidio Slow Food

FAGIOLI DI CONTRONE

presidio slow food
Vino

VINI:

  • Amarante
  • Roccaventa
  • Corsaro
  • Paes
  • La Bella
  • Caprarizzo
  • Bios

I presìdi Slow Food

I Presìdi Slow Food sostengono le piccole produzioni tradizionali che rischiano di scomparire, valorizzano territori, recuperano antichi mestieri e tecniche di lavorazione, salvano dall’estinzione razze autoctone e varietà di ortaggi e frutta.

Il progetto

Il progetto dei Presìdi è nato nel 1999. Dopo aver catalogato le prime centinaia di prodotti a rischio di estinzione, Slow Food ha fatto un passo ulteriore, entrando nel mondo della produzione, per conoscere i territori, incontrare i produttori, promuovere i loro prodotti, il loro lavoro, i loro saperi. Con gli anni, il progetto dei Presìdi è diventato uno dei veicoli più efficaci per mettere in pratica la politica di Slow Food sull’agricoltura e sulla biodiversità. Nel 2008, a nove anni dall’avvio del progetto, Slow Food Italia ha accolto una richiesta dei produttori: l’assegnazione di un marchio da apporre sulle confezioni, per identificare, tutelare e valorizzare i prodotti dei Presìdi italiani. È stato registrato il marchio “Presidio Slow Food”,corredato di un logo grafico e di un regolamento, che i produttori sono tenuti a sottoscrivere.

(Fonte: www.fondazioneslowfood.com)